Lettere aperte e cazziatoni

man-yellingUn consigliere comunale di Venezia, il Cittadino Gianluigi Placella, scrive il 27 marzo una lettera aperta al Capo. La sostanza della lettera è quello che parecchie persone stanno pensando in questi giorni: “Tira fuori un tot di punti e governa, ché il momento è critico e ne abbiamo bisogno”.

Stendo un velo pietoso sul fatto che è stato cazziato il povero redattore che ha pubblicato la lettera senza “sottoporla a vaglio preventivo”, e che a fronte del fatto che questa cazziata è stata tacciata di leninismo, la risposta è stata “all’interno del M5S c’e’ confronto dialettico.. e se un amico pur in buonafede sbaglia si ha il dovere di farglielo presente” (ma se c’è confronto dialettico, come fai a sapere ex ante che l’amico sbaglia? Ma probabilmente sono io che non sono sufficientemente addentro ai meccanismi). Tutto scritto nei commenti alla lettera, ovviamente.

Ma quello che mi ha colpito è il commento che riporto per intero qui di seguito, per poi spenderci giusto un paio di parole sopra.

Forse il consigliere non ha capito bene lo scopo del movimento anche se mi sembra sia una dei fondatori del Meet-Up di Venezia.Il movimento non è anti Berlusconi, il movimento è anti partiti. Non c’è un partito che è migliore dell’altro. Chi ha votato nell’ottica del cambiamento deve sapere questo o altrimenti ha sbagliato e avrebbe dovuto votare quanto meno Pd. Chi ha votato non conoscendo il movimento solo per protestare ha sbagliato e può tornarsene all’ovile di provenienza.Il consigliere non dovrebbe fare calcoli da vecchia politica sulle elezioni a venire in quanto dopo 2 mandati sarà fuori dai “giochi”. Dovrebbe spingere sui cittadini per spiegare il senso del movimento che dovrebbe portare i cittadini all’interno delle istituzioni per riappropriarsene. Lo scopo del movimento è riportare i cittadini nelle istituzioni e non rappresentarli. Una volta raggiunto l’obbiettivo il movimento cesserà di esistere. Basta con i calcoli da vecchia politica. Se il cittadino non comprendesse e si rivolgesse sempre agli stessi che lo hanno rovinato, il problema sarebbe il suo. Il cambiamento passa attraverso sofferenze e conflitti. La coerenza è l’unica arma.

Lo scopo del movimento è riportare i cittadini nelle istituzioni e non rappresentarli. Mi piacerebbe capire esattamente cosa possa significare questo concetto. Specialmente accoppiato alla frase immediatamente successiva che preconizza lo scioglimento del movimento una volta raggiunto l’obiettivo. Sono queste le cose che mi preoccupano.

Oltretutto, mi sembra di essere tornato indietro ai tempi del ’77, quando lo slogan delle BR era “portare l’attacco al cuore dello Stato”. Ecco, mi pare che forse siamo arrivati al punto. C’è però una differenza, nel senso che l’obiettivo delle BR era la dittatura del proletariato, mentre qui non si capisce bene dove si voglia andare a parare. E comunque, se fossi al posto di Curcio o Franceschini mi sentirei una cacca. E’ proprio vero che ne uccide più la penna che la spada.

20 pensieri su “Lettere aperte e cazziatoni

  1. pani

    Franceschini non ricordo, Curcio non ha mai ammazzato nessuno. Ma a parte questo, sono proprio curioso di vedere quanti dopo due mandati andranno fuori.
    E forse la penso come jacopo Fo: se Bersani si presenta la fiducia la riceve, facendo contenti tutti. Berlusconi perché teme un secondo nome, gradito ai grillini e più intransigente di Bersani. I grillini perché non hanno ceduto e possono continuare a fare i bei burattini. Il Pd perché alla fine ce l’ha fatta, e tutta Italia perché finalmente ha un governo

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Beh non avranno ammazzato ma insomma… qualche responsabilità diciamo che ce l’hanno, via!😀
      Quello che ipotizzi potrebbe verificarsi. E credo segnerebbe la fine del PD. Perché equivale al governissimo, né di più, né di meno. Appoggio esterno o una manciata di ministri non fanno differenza, nella sostanza delle cose. Sempre inciucio è.
      A me piacerebbe tanto una personalità terza, chiunque essa sia, con un governo votato dal M5S, che faccia conflitto di interessi, ineleggibilità di B, legge elettorale, revisione patto di stabilità, revisione IMU, provvedimenti per lo sviluppo. E poi tutti a votare di nuovo. Tra 10-12 mesi.
      Ma come tutte le cose logiche, e che farebbero bene al paese, non succederà.

      Mi piace

      Rispondi
      1. pani

        responsabilità sì, perché quando erano in carcere hanno appoggiato la lotta armata. Ma fino ad allora si erano limitati a qualche dimostrazione punitiva e rapimento. Quando li hanno messi in sicurezza, puf, il gioco l’ha preso in mano Moretti e sono iniziati i delitti. E c’è ancora gente che crede nelle BR che hanno agito da sole.
        Non mi meraviglierei se un giorno saltasse fuori che anche il M5S sia spinto, sponsorizzato, guidato da poteri ben più alti del duo grillo-casaleggio

        Mi piace

        Rispondi
        1. Elisabetta Lelli

          Cosa sarebbe l’ultima frase? Un rigurgito di fantapolitica?
          Un giorno non lontano verrà fuori la sensazionale notizia di Grillo,
          lontano parente di Goebbels. Chissà? Forse uno zelante e fantasioso ricercatore se ne verrà fuori con un bel: “Hey, ho trovato tracce del DNA del buon vecchio Giuseppe nella eMMe di Grillo! Che ho vinto?”.

          Per favore, siamo seri.

          Mi piace

          Rispondi
          1. pani

            niente di tutto questo, non si tratta di fantapolitica. E non ho mai pensato che Grillo fosse Goebbels, Hitler o Mussolini. Dico solo che tutte le rivoluzioni iniziano genuine e poi vengono guidate, indirizzate in qualche modo. Vai a leggerti un po’ di libri sull’affare Moro, sulla nascita e l’evoluzione delle Brigate Rosse, sul caso Emanuela Orlandi, su tutto lo stragismo degli anni passati…e vedrai che le cose non stanno mai come ce le raccontano. E in quei libri ci sono atti della commisione stragi, di Imposimato, atti di processi, non fantasie.
            Per cui, come ripeto, non mi sorprenderei se Grillo e Casaleggio fossero solo i due esponenti di spicco.
            Così come rimango convinto che Fermare il Declino sia stata solo una mossa diversiva. E così pure la salita in campo di Monti.
            La verità è che per molti l’Italia non è ancora pronta per un governo di centrosinistra e quindi si è fatto il possibile per non lasciare al PD una vittoria troppo ampia

            Mi piace

            Rispondi
            1. Elisabetta Lelli

              “Vai a leggerti un po’ di libri sull’affare Moro, sulla nascita e l’evoluzione delle Brigate Rosse, sul caso Emanuela Orlandi, su tutto lo stragismo degli anni passati…e vedrai che le cose non stanno mai come ce le raccontano. E in quei libri ci sono atti della commisione stragi, di Imposimato, atti di processi, non fantasie. […]

              Già fatto.

              ***

              Personalmente confido nella clonazione di De Gasperi.
              Questa sì, questa è fantapolitica.
              Salus!

              Mi piace

            2. pani

              altri tempi, altre condizioni. Le persone rette e qualificate ora vengono spente sul nascere. Forse dobbiamo acquistare un De Gasperi all’estero. ma ce ne sono?

              Mi piace

            3. Elisabetta Lelli

              Se ci fossero li farebbero fuori. Come hanno sempre fatto, d’altronde.
              Il mio Sogno? Vivere in Costa Rica. E manco mi basterebbe; mi sto informando sul prezzo di una casetta piccina, ma confortevole ch’è proprio sul cocuzzolo del Cerro Chirripó.
              Sono stanca, Pani.
              Sono DAVVERO stanca.

              Mi piace

    1. Wish aka Max Autore articolo

      Ma no, semplicemente un tentativo (che a me pare un po’ infantile) di instaurare una sorta di democrazia diretta. Che mi pare velleitario tanto quanto inattuabile in un paese come il nostro. Ma anche in qualunque altro paese del primo mondo, per capirsi.

      Mi piace

      Rispondi
      1. Elisabetta Lelli

        L’onestà è alla base del senso democratico e principio assoluto del pensiero anarchico, movimento/non movimento sublime ed inattuabile.
        Non mancano gli uomini liberi, come scrive Longanesi.
        Mancano gli uomini (e le donne) onesti.

        Bacio.

        Mi piace

        Rispondi
            1. Wish aka Max Autore articolo

              Parlavo con dei colleghi l’altro giorno, e denunciavo il fatto che quel che più mi fa male è pensare che circa duemila anni fa proprio in questa terra è nata la civiltà occidentale così come la conosciamo oggi, è nato lo stato, il senato, la repubblica, il diritto. E oggi ci troviamo a essere comandati a bacchetta da quelli che a quei tempi non avevano neanche ancora gli elmetti con le corna in testa. Non riesco a farmene una ragione.

              Mi piace

            2. Elisabetta Lelli

              Verissimo! Ma non mi spiego nemmeno come mai Socrate (addirittura!) sia stato condannato da una democrazia.
              Per quanto riguarda il popolone, la massa (quella per le tagliatelle, per intenderci), io, una mezza idea ce l’avrei. Il popolone/pecorone ha BISOGNO di essere comandato “a bacchetta”, Max. Il popolone non ha un pensiero critico, non lo vuole, nemmeno sa cosa sia. Il popolone si lamenta, bestemmia, s’incazza. E magna.
              Il popolone, Max, sceglie di non avere Cultura, né Storia (né senso artistico, né onestà —–> e potrei andare avanti per un po’). Non può sopravvivere, un popolone, senza la bacchetta dei Capoccia e dei Magnaccia.
              La democrazia? Oh, è la più sottile delle dittature, alla fine;
              novantotto pecoroni dicono “sì”, i restanti due (non pecoroni) dicono “no”,
              ma questo URLO è disperso, “come lacrime nella pioggia”.

              Mi piace

  2. Punto e virgola G.

    Mi ricollego all’ultimo pensiero di Elisabetta, dicendo che il più vuole essere comandato: vuole scaricare su altri le proprie preoccupazioni.
    Non vuole essere protagonista della propria vita. A quello ci pensano giusto i personaggi di Pirandello; forse più reali di tanti fatti d’ossa e carne.

    Mi piace

    Rispondi

Metti una goccia nel serbatoio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...