Le “recinzioni” di Johnny Palomba – Marcellino pane e vino

La prima recinzione pubblicata 😀

i discutibili

Johnny Palomba è il critico cinematografico senza volto che ha adottato il romanesco come lingua per i suoi scritti e che con le sue ‘recinzioni’ ne dice di cotte e di crude sul cinema e lo spettacolo. E’ nato a Bogotà (Colombia) negli anni ’60.

E’ un personaggio simile a Luther Blissett, anche se su scala nettamente minore. Le sue recinzioni sono state lette da attori come Mastandrea, Favino, Giallini, Germano, tutti romani e tutti dotati di grande senso dell’umorismo.

Le recinzioni di Johnny hanno il titolo, un sottotitolo, e poi il pezzo. Alla fine, di solito una piccola morale, che riguarda un amico, il cuggino, o esperienze personali.

Un aiutino per chi non conosce il romanesco. “Stirà le zampe”, o semplicemente “stirà”, significa morire.

View original post

Annunci

Metti una goccia nel serbatoio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...