Come si può

Le ferie sono agli sgoccioli, e sui discutibili abbiamo una piccola pausa. Mi ero dato domani per ricominciare a scrivere qualcosa da pubblicare sul blog, ma un post di marta mi costringe a prendere in mano una tastiera.

Il problema è vecchio, antico, trito e ritrito. Ma ogni volta che esce fuori mi viene un fremito di rabbia alla base del cranio, con la voglia di prendere qualcuno di questi galantuomini e portarmelo in un luogo appartato dove fare due chiacchiere in santa pace. Il problema è il turismo sessuale con obiettivo minorenni. C’è un ente, si chiama ECPAT, che cerca di fare qualcosa. Tempo fa è stata pubblicata una ricerca effettuata con l’Università di Parma dalla quale si evince che questa feccia ha tra i 20 e i 40 anni. Parlo solo dell’Italia, ché a me basterebbe che si facesse qualcosa qui, tanto per cambiare. In questo articolo invece si dice che la feccia è costituita da circa 80.000 persone ogni anno. Sempre Italia.

Ora io, come è noto, quando è stato distribuito il dono della sintesi ero per funghi, ma per una volta vorrei esprimere un concetto che sintetizza quel che penso in materia di sesso, usando pochissime parole.

Tutto permesso, tra adulti consenzienti.

Non mi ritengo un bacchettone, e non mi scandalizza pensare che possano esistere delle perversioni più o meno grandi, più o meno comprensibili. Ma qualunque cosa è lecita purché si concordi. Altrimenti no. E la parola chiave è “adulti”. Perché chi usa minorenni, e il verbo non è casuale, è feccia. Con i minorenni non si fa sesso. Con i minorenni si commettono abusi. Non faccio differenza tra bambini e adolescenti. Sono sempre e comunque abusi. Sempre basati sul differenziale economico tra chi può pagare e chi non può mangiare. E questo aggiunge schifo allo schifo.

Mi piacerebbe averne qualcuno per le mani, qualcuno di quegli 80.000. Un po’ di feccia. Per trattarla come va trattata. Mi importa poco se sei malato. Sei adulto, sei raziocinante al punto di comprare un biglietto aereo e muoverti. Sei in grado di scegliere. Tanto mi basta.

Volevo mettere una foto, avevo pensato a dei bambini che giocano. Ho deciso di non metterla. E mentre cercavo la foto e guardavo foto di bambini mi domandavo come può un quarantenne, con uno o più figli, come può. Come può partire, come può consumare l’atto, come può tornare a casa dal figlio o dai figli. Come può.

30 pensieri su “Come si può

  1. solounoscoglio

    una volta in Asia ho avuto una lite abbastanza accesa con dei signori al ristorante, perchè alcuni di questi non gradivano il mio sguardo indignato e rabbioso. ebbene sono stata allontanata dal ristorante, perchè la cosa ancora più immorale è l’ipocrisia dei paesi che ospitano questi turisti. gli stessi che per anni fornivano dati falsi sul numero di malati dell’Aids, e che proponevano le giovani vergini come scaltro modo per evitare le malattie sessuali. ah, aspetta sempre in asia, dicono che la colpa è stata della guerra del vietnam…e allora in brasile? in amazzonia, dove gli operai delle multinazionali che disboscano si rifanno della loro stanchezza nei bordelli che nascono come funghi nella foresta? l’uomo è un animale marcio dentro a qualsiasi latitudine direi di farcene una ragione e cercare di proteggere quanto più possibile i più deboli. dopo aver letto i dati dei profughi dalla Siria – un milione di bambini! – mi sono sentita male ad immaginare le macchine dello sfrutamento che si sono già messe in moto per spremere tutto questa carne fresca. scusa il post lungo ed animato, ma sta storia del forte che approfitta del debole mi fa venire il voltastomaco.

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Ho già detto a Marta che la rabbia e la disapprovazione devono essere espresse, e io francamente credo in una giustizia di lungo periodo che si nutre anche della disapprovazione per ciò che è palesemente sbagliato, per cui non c’è nulla di cui scusarsi. Piuttosto grazie per il contributo.

      Mi piace

      Rispondi
  2. tramedipensieri

    Voltastomaco…da stare male fisicamente…
    La penso come solounoscoglio “l’uomo è un animale marcio dentro” e l’uomo italiano (visti i dati..) lo è ancora di più degli altri.
    Non tutti, meglio precisare.

    Grazie Max
    ciao
    .marta

    Mi piace

    Rispondi
  3. Katia

    Amico mio, non sai quanto profondamente trovo che tu abbia ragione…soprattutto perché (voglio essere sincera) uno di quelli che fanno parte della feccia, da piccola, l’ho incontrato anche io (ma per fortuna me ne sono resa conto in tempo)…un abbraccione!

    Mi piace

    Rispondi
          1. Katia

            Spero gli sia passata. Ho cercato sempre di non fare pensieri negativi su questa cosa, felice di essermene accorta ai primi gesti, nonostante avessi poco più di dieci anni…E felice di non aver odiato la chitarra, visto che lui era il mio maestro. A parte tutto, grazie Max, perché il tuo voler fare due “chiacchiere” con quel tipo è uno dei tanti modi che hai di dimostrarmi quanto tu sia mio amico..♥

            Mi piace

            Rispondi
  4. tittisissa

    Purtroppo la feccia non ce l’ha scritto in fronte, di essere parte della feccia. Sarebbe più facile. E invece si tratta di persone insospettabili, magari con esempi di apparenti famiglie modello intorno, con impieghi ed abiti rispettabili, sempre in apparenza eh, magari di quelli che la domenica sono in prima fila ad ascoltare la predica del parroco in chiesa.
    Magari (anzi no, quasi certamente) agiati, perchè diciamocelo, c’è uno strano collegamento tra le perversioni più schifose ed il numero degli zeri dei saldi dei conti correnti.
    Più zeri ci sono, più s hifose sono le perversioni.

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Sì, in parte mi trovo d’accordo, ma credo che il punto sia semplicemente: adulti consenzienti? tutto ok. No? Si provveda. E non voglio fare il giustiziere della notte. Ma comprenderei chi cedesse alla tentazione.

      Mi piace

      Rispondi
  5. ludmillarte

    bel post Maxi. non mi interessa se ci sono perversioni più o meno grandi tra adulti consenzienti. e non ripeto anche il resto che hai già scritto. condivido, aggiungendo che forse sono un’ingenua e credo che chi riesce ad abusare sia malato, altrimenti davvero non riesco a darmene una spiegazione, non riesco proprio a concepire come sia possibile. in ogni caso, malato o no, si deve bloccare questa orribile crudeltà (non solo per i danni irreparabili alla vittima, ma per la possibilità che essa stessa divenga un adulto abusante, come confermano gli studi inerenti)

    Mi piace

    Rispondi
  6. chezliza

    ci sono due cose su cui nn transigo….e sn i bambini(ma anche gli adolescenti ..i minori in generale) e l’omicidio……..nn riesco ad avere una visione razionale…invoco SEMPRE L’ANTICA LEGGE:Occhio per Occhio….nn ci riesco..nn ce la faccio…..e ogni volta me lo chiedo come fà un adulto ad avere impulsi sessuali per un bambino?????
    I Bambini sono Asessuati…sono la parte innocente del Mondo…
    No proprio nn riesco ad avere una visione non violenta a queste cose……
    Grazie Max e grazie Marta……

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Hai detto una grande verità. I bambini sono asessuati. Il sesso inizia ad avere un significato per loro a partire dall’adolescenza. Prima è solo una forma di violenza. E neanche io riesco ad avere una visione serena. Mi ribolle il sangue se ci penso.

      Mi piace

      Rispondi
  7. Giangius

    Non commento tale abominio, non riesco ad essere coerente con la razionalità che cerco di portami dietro.

    Ma propongo, quindi, solo una riflessione generale sul tema, essendo complesso e molto delicato. C’è un capitolo del libro: “Lo sciamano in elicottero: per una storia del presente” di Marco D’Eramo (giornalista) che forse aiuta a focalizzare dove è meglio concentrarsi per sradicare e non aumentare questo scempio; il capitolo è “la crociata dei non innocenti” ed è in google books; leggetelo tutto, non fermatevi alla prima facciata.

    Di certo, in una società che si dice moderna, dove c’è chi vuole sdoganare come “gusto sessuale” la pedofilia, crea partiti politici, associazioni, giustificandosi con “lo facevano i greci” ed arrogandosi dietro il diritto/libertà d’espressione; che fa vedere e pensa al sesso in ogni momento; dove c’è miss america per bambine truccate come puttane per colpa di genitori egoisti; non ci saranno cambiamenti a breve termine; scrivo e sottolineo, putroppo (un avverbio, pieno di amarezza e rabbia).

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Caro Giangius, non me ne vorrai se ho fatto un piccolo editing mettendo il link agganciato al titolo del capitolo. Mi sembra un commento eccellente, soprattutto nell’ultima parte. Mala tempora currunt, purtroppo. Se me ne capitasse uno a tiro, però, credo saprei cosa fare. Ecco.

      Mi piace

      Rispondi
      1. Giangius

        “Se me ne capitasse uno a tiro, però, credo saprei cosa fare”
        come non darti torto.
        Come disse un tale (non so chi era), durante una devastante (per via di distruzione e morti) alluvione sul finire del dopoguerra che gli arrivarono notizie di sciacalli in zona: “sparate, ma mirate alle gambe”.

        Mi piace

        Rispondi

Metti una goccia nel serbatoio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...