Un padre zen

Tirare fuori persone dal virtuale è sempre bello.

i discutibili

zenMi piace tirare fuori persone dal virtuale. Frequento il mondo virtuale da quando Internet così come la conosciamo adesso neanche esisteva. Per lungo tempo sono stato convinto che virtuale e reale dovessero rimanere separati, ma ultimamente ho cambiato opinione, e in alcuni casi, quando penso che ne valga la pena, cerco di portare nel mondo reale qualche conoscenza virtuale.

E no, non ve lo dico chi è. L era di passaggio a Roma, e ci siamo visti a pranzo, lui è venuto accompagnato da due bimbi, M, un maschietto di 4 anni, e B, femminuccia di 1 anno e mezzo.

E’ stata un’esperienza mistica. Sin da subito, debbo dire. L’ho visto che attraversava via Marsala, che è una via che costeggia la stazione Termini, e dopo l’uscita della stazione chi va piano la fa a 80, in quanto reduce dall’incazzatura feroce dovuta al rallentamento di minuti causa strozzature dovute a…

View original post 547 altre parole

12 pensieri su “Un padre zen

  1. josephine curie

    Ecco…io nel virtuale vi sono entrata per ragioni singolarissime, senza convinzione e con enorme pregiudizio, riluttante ed assai scettica…per certi versi, mi son dovuta ricredere…ed in linea di massima concordo con te…i due mondi possono talvolta addirittura fondersi…come per persone come te!! Hello, Max

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Ma sì, ci sono persone che vale la pena conoscere, tempo fa avevo scritto un post su Torino, lì ho conosciuto in carne ed ossa persone che conoscevo virtualmente da più di 10 anni… ed è stato bellissimo.

      Mi piace

      Rispondi
  2. tittisissa

    Questa cosa dei discutibili mi spiazza sempre un po’, non so mai se commentare solo qui o anche di là o viceversa.
    Tu sai quanto questo tema mi sia caro, anche io come te “frequento” internet da diversi lustri ma solo da poco ho avuto il coraggio di fare il grande passo approcciando virtualmente persone che non conoscevo e scoprendo, piacevolmente, che nella vita reale non avrei più potuto farne a meno.
    Ora, volendo tirare velocemente le somme e farne un bilancio, direi che alcune delle amicizie più care hanno avuto inizio proprio lì, nella blogosfera, sul web, attraverso i social. E sempre lì ho scoperto la metà della mia mela, quella persona che mai avrei sperato di incontrare proprio in quel modo e che adesso è il mio futuro marito.
    Credo proprio di poter affermare con certezza che internet ha abbattuto per sempre le mie resistenze e gran parte della mia diffidenza.
    Le persone che ho conosciuto (e che conoscerò) sono a tutti gli effetti una parte della mia vita reale.🙂

    Mi piace

    Rispondi

Metti una goccia nel serbatoio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...