E’ lì

E’ lì. Invitante. Confortevole. Conosciuto, comodo e perfetto. Esattamente della mia misura. E mi tenta. Vieni. Vieni, mi dice, con voce suadente. Vieni e stai qui. Lo sai che qui si sta bene, lo sai che qui trovi le risposte, lo sai che qui nessuno ti scoccia. E’ come la parte oscura di Stephen King, il lato affascinante, il nero del Tao. Sai che è sbagliato, ma lo stesso sei tentato. Tanto, tentato. E la voce suadente ti dice dai, forza. Entra dentro. Entra dentro e starai sereno. Solo che io lo so che poi alla fine sereno non sarò neanche lì. E’ una vocina che me lo dice. Una vocina che però diventa flebile. Mentre la voce suadente è sempre più forte. La vocina flebile dice che è la primavera, dice che sarà particolarmente rigogliosa, e che al di là del calendario sta arrivando, sta arrivando a grandi passi. E dice anche che è questione di tempo, e che se invece entri nel buco poi diventa ancora più complicato. Ma la voce suadente risponde che sono tutte puttanate, che è meglio entrare e basta, ché lì si sta bene, comodi e al caldo.

E io sono qui. Sull’orlo del buco. Ascoltando vocine e voci.

42 pensieri su “E’ lì

  1. vetrocolato

    Ohhh, le vocine!
    Io le conosco bene!
    Eh eh.
    Belle e brutte, suadenti e incazzose.
    Dubbi? Io le ho quasi addomesticate!
    E non pensarci troppo prima di fare una cazzata, che poi ti passa la voglia.
    Buenos dias, Max!🙂

    Mi piace

    Rispondi
  2. solounoscoglio

    devi fottere quelle vocine bastarde: accendi subito la radio e spara il volume al massimo. e se non hai la radio, canta. ma fai subito qualcosa, cazzo!

    Mi piace

    Rispondi
        1. Wish aka Max Autore articolo

          Più giù dicevo che devo resistere senza resistere, cavalcando l’onda senza farmi travolgere, come essere in una spirale ma senza entrare nel gorgo, nuotando sul confine, assecondando la rotazione resistendo al risucchio. Un equilibrismo difficile ma possibile…

          Mi piace

          Rispondi
  3. laura

    Resisti Max… allontanati dall’orlo e comincia ad ascoltare solo il suono del tuo respiro. .. e vivi🙂
    P.S. lo so che non è facile eh! Sapessi quanto lo so!

    Mi piace

    Rispondi
  4. labloggastorie

    Un buco non è mai comodo è solo stretto, per questo quando ne esci sei pieno di graffi. Rimani sull’orlo e camminaci attorno, misuralo con i tuoi passi e poi pensa se davvero vale la pena nascondersi dentro. Abbraccio

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Tu non hai idea di quanto sia morbido e confortevole… Il problema è proprio questo, è che una volta che ci sei dentro scopri che è proprio a tua misura, e diventa davvero complesso uscire… per questo è importante non entrare!

      Mi piace

      Rispondi
  5. Katia

    C’è il sole anche lì? Non ti viene voglia di uscire, far due passi, magari correre, spalancare la finestra dell’ufficio? Non ascoltare, amico mio: non c’è niente di quello che quelle vocine vogliono dirti che tu non sappia già, quindi…Guarda oltre e ascolta altrove.

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Ah, giovane Jedi… la risposta è no, non viene, la voglia. Quando arriva l’ondata, non c’è voglia di far nulla. Bisogna solo aspettare che passi, cercando di resistere senza fare resistenza. Lo so che sembra un ossimoro, è come girare a spirale sull’orlo senza farsi risucchiare dentro il buco… un equilibrismo difficile, ma è l’unico sistema.

      Mi piace

      Rispondi
      1. Katia

        Ho presente. Ma sono convinta che il tuo modo di resistere sia un bel modo di resistere e che funzioni. E che, quindi, passerà, come è passata tante volte. Ti abbraccio, dal bordo del buco.

        Mi piace

        Rispondi
  6. zerogravity

    alle vocine… rispondo in un modo tutto mio… occupo le mascelle a sgranocchiare rumorosamente… fa meno bene alla mia linea ma sai poi che soddisfazione quando si arrendono al cibo goloso? ciao…😀 art

    Mi piace

    Rispondi
  7. elinepal

    C’è qualcosa di diverso però, ogni volta, ne sono certa. Un tempo ci entravi senza accorgertene. Poi ci entravi e basta. Poi hai iniziato ad evitarlo, ma lui è sempre li che ti tenta. Perché al caldi ciò del proprio dolore si sta sempre più tranquilli che fuori al vento del mondo. Lo so. La cuccia attrae anche me. Ma, credimi, non basta più . Sei andato troppo avanti per rientrare li. Peró se c’è un dolore o un gorgo , che ti tira verso il basso, devi affrontarlo. Come o con chi vuoi tu. Psicologi, meditazione, sport estremi…. Qualunque cosa, ma non mollarli li dentro la tua vita.
    TVB

    Mi piace

    Rispondi
  8. flampur

    Vado controcorrente, perché c’è sempre buco e buco comunque. Eppoi, lo sai meglio di me, niente è per caso. p.s. e un sacco di volte, dal buco, si vede tutto con l’angolazione giusta, come da un grandangolo casareccio… 😉

    Mi piace

    Rispondi
  9. Pendolante

    Max, tutto bene? No, voglio dire, guarda che le vocine possono farti commettere: atti impuri, reati contro la persona, le cose e la morale, stupidaggini, gesti irreparabili… a volte bisogna pure dargli retta

    Mi piace

    Rispondi
    1. Wish aka Max Autore articolo

      Ahahahahahahahah le vocine della goduria intendi? Ecco queste sono un po’ diverse… ma proverò a vedere se c’è qualche reato che mi piacerebbe commettere nascosto tra le pieghe di quel che dicono…🙂

      Mi piace

      Rispondi
  10. apity

    Se sai che non sarai sereno lí, allontanati tenendo le mani strette sulle orecchie, fai un passo indietro, fai due passi indietro. Fallo piano piano cosí nessuna vocina si accorgerá che ti sei allontanato dal buco. Anche le vocine prima o poi si stancano di parlare e dire cose. Capisco di cosa scrivi, perché io, piú e piú volte, lo sai, dai, non farmi essere melodrammatica. Non devi fare niente se non piazzarti su una panchina al sole. Riempiti di D.

    Mi piace

    Rispondi
  11. solounoscoglio

    ehi Max, sarà che il posto dove vorresti ritornare altro non è che l’utero materno, e che tutto è riconducibile al tuo rapporto conflittuale con la pg? oggi mi sento tanto Lucy van Pelt dei Peanuts….pillole di psicologia per tutti a 5 cento!

    Mi piace

    Rispondi

Metti una goccia nel serbatoio

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...