Archivi categoria: Racconti

Protetto: Andiamo a Gaeta

Raccontino… per chi vuole

i discutibili

Il cartellino sulla giacca recitava “Mario”. Il padrone del ristorante pensava che fosse un segno distintivo, dichiarare il nome dei camerieri. Mario portò la comanda al tavolo 4. Due spaghetti alle vongole, due spaghetti allo scoglio. Non ricordava chi avesse ordinato cosa, così, come sempre faceva in queste situazioni, si dipinse un sorriso in volto e disse, con voce simpatica “Le vongole? Per chi?”
Il silenzio si tagliava col coltello, nessuno rispose, nessuno lo guardò, nessuno fece un cenno. Mario contò fino a 5, con i quattro piatti in mano, poi azzardò un molto meno sicuro, e molto più timido “E gli spaghetti allo scoglio?”
Di nuovo un silenzio assordante. Mario contò nuovamente fino a 5 e poi si disse che l’unico modo per uscirne era posare quei dannati piatti sul tavolo, e filare via prima possibile. E così fece.
Anna pensò che voleva tornare a casa, che cazzo ci…

View original post 1.409 altre parole

Il sopravvissuto – Wish

Questo è il primo contributo per i discutibili… Venite a trovarci!!!

i discutibili

50 anni. Sarebbero stati 50 anni di matrimonio, pensava Tullio. Se lei ci fosse stata. Se non se ne fosse andata il 10 giugno. Era settembre, una di quelle giornate che a Tullio piacevano tanto. Tullio era affacciato alla finestra della cucina, al secondo piano, e guardava il mare, a poco più di cento metri di distanza.

Il libeccio, che aveva schiaffeggiato la costa per tutto il giorno precedente, aveva lasciato spazio al maestrale, che accarezzava le onde del mare, che da alte e nervose erano diventate lunghe e tranquille. Le creste bianche erano sollevate dal vento, disegnando dei baffi nell’aria che riportavano Tullio indietro nel tempo, un tempo lontano, il tempo in cui Tullio e Marta erano giovani, e vivevano lì, e le bambine erano nate da poco. E Tullio si alzava la mattina, preparava il caffè, ne portava una tazza a Marta per svegliarla, e poi tornava in…

View original post 367 altre parole